Menu
Falciola_161019_00176-1

Già più di 100 firmatari per il manifesto di Molino San Gregorio

Il documento è stato presentato mercoledì 19 ottobre nel corso di un convegno promosso dal Consorzio alla Triennale di Milano

“Lavorando alla riqualificazione di Molino San Gregorio ci siamo accorti che, oltre al recupero di un bene, il nostro progetto poteva essere anche un piccolo modo per parlare di grandi temi. Abbiamo così deciso di raccontare alla città di Milano che cosa significa per noi valorizzare un patrimonio antico, quello delle cascine, un tempo luogo di vita e di scambio, rideclinandolo in chiave contemporanea, per proporlo come modello di una nuova socialità: una sorta di hub in cui incontrare persone e promuovere iniziative”, così il presidente del Consorzio Cascina Molino San Gregorio Umberto Zandrini ha introdotto il convegno di mercoledì 19 ottobre alla Triennale di Milano, dove è stato presentato il manifesto di Molino San Gregorio “Una nuova idea di benessere sociale. Per Milano, insieme”, che ha già raccolto più di 100 adesioni, tra cui quella del sindaco di Milano Giuseppe Sala.

Oltre alla firma del primo cittadino di Milano, ci sono quelle di diverse personalità del mondo delle istituzioni, della cultura, dell’economia e delle imprese e del terzo settore: dagli assessori del Comune di Milano Pierfrancesco Maran e Marco Granelli al presidente del Consiglio comunale Lamberto Bertolé; dal presidente della Fondazione Casa della carità don Virginio Colmegna al direttore generale di Fondazione Cariplo Sergio Urbani; dalla direttrice della Fondazione Eni Enrico Mattei Sabina Ratti al presidente del Consorzio Aaster, il sociologo Aldo Bonomi; dal responsabile delle Relazioni Istituzionali di Cisco Italia Francesco Benvenuto al docente del Politecnico di Milano Antonio Longo.

2 “Quella di Cascina Molino San Gregorio non è un’operazione simbolica, le nostre ragioni per portare avanti questo progetto non sono moralistiche. Per noi, Molino San Gregorio è un modo per dare corpo a quel cambiamento culturale, politico e sociale che Papa Francesco indica, a credenti e non credenti, nella sua enciclica Laudato si’ – ha sottolineato don Virginio Colmegna, in veste di consigliere del Centro Ambrosiano di Solidarietà, tra i promotori del Consorzio – E’ una sfida che parte dalle periferie, come il Parco Lambro, che non vogliamo siano viste solo come luogo di paura ed emarginazione, ma sulle quali crediamo si debba investire in termini positivi, come luogo dove costruire benessere e coesione sociale”.  “Penso che il progetto di Molino San Gregorio dia continuità ad alcuni dei temi affrontati da Expo e poi troppo in fretta dimenticati”, ha aggiunto.

In tanti sono intervenuti alla presentazione del manifesto, condividendo con i presenti le motivazioni che li hanno spinti ad aderire. “Ho sottoscritto il manifesto – ha detto per esempio l’assessore del Comune di Milano Marco Granelli – perché parla di cose vere che riguardano la nostra vita, come il benessere sociale, il rispetto per l’ambiente, le nostre relazioni; perché dà un’idea forte di città che va lontano, ma che al contempo si costruisce con i piccoli passi”. “Mi è molto piaciuto il fatto che questo manifesto parta con una domanda: chiedersi se stiamo davvero costruendo una società più giusta vuol dire non partire dalla difesa delle proprie azioni e prerogative, ma dalla consapevolezza che dobbiamo fare qualcosa di nuovo perché i vecchi modelli non funzionano più”, gli ha fatto eco Lamberto Bertolé, presidente del Consiglio comunale di Milano.

D’accordo con lui anche la direttrice della Fondazione Eni Enrico Mattei Sabina Ratti: “Ho firmato il manifesto perché mi ha colpito l’incipit: stiamo costruendo una società giusta e attenta ai bisogni di tutti i suoi cittadini? Per chi, come me, fa ricerca con la Fondazione Eni Enrico Mattei, iniziare con una domanda è fondamentale”. Il presidente del Consorzio Aaster, il sociologo Aldo Bonomi, ha invece detto: “Ho firmato perché a Molino San Gregorio c’è la città sociale; perché credo che possa essere un luogo di sperimentazione e rappresentanza della collaborazione dei cittadini”.

Clicca qui per scoprire chi ha già aderito e per firmare il manifesto di Molino San Gregorio.



0 Comment

Articoli correlati

  TOP