Menu

“Una sosta per andare oltre la violenza”. È questo il nome del progetto di residenzialità temporanea dedicato alle donne, sole o con i loro bambini, che sono state vittime di violenza o di sfruttamento e che necessitano, dopo una prima fase di presa in carico presso le strutture di alta protezione, di una fase successiva per riprendere in mano la propria vita e per ricreare o consolidare la propria autonomia, accompagnate dalle operatrici.

 

La struttura di Molino San Gregorio dedicata a questa attività sarà l’edificio A, dove saranno realizzati cinque mini appartamenti (monolocali, bilocali o trilocali), che potranno ospitare fino a 20 donne, che avranno la possibilità di ricostruire serenamente la propria intimità familiare, vivendo anche esperienze di coabitazione, aiuto prezioso per vincere la solitudine e occasione di scambio nell’organizzazione della propria quotidianità.

 

Nel contesto di Molino San Gregorio, le ospiti avranno inoltre la possibilità di creare nuove relazioni sociali: con gli altri ospiti della cascina o in occasione delle iniziative culturali e ricreative che verranno proposte alla cittadinanza, durante le quali potranno essere attivate come volontarie o per lo svolgimento di tirocini formativi.

 

La gestione sarà affidata al CeAS – Centro Ambrosiano di Solidarietà.

  TOP